Ambri – Ginevra 1-4

Ambri - Ginevra 1-4 26:35 Rico Fata (Ryan Keller, Cody Almond) 0-1; 30:24 Juraj Simek (Dan Fritsche) 0-2; 34:31 Christopher Rivera (Goran Bezina, Julian Walker) 0-3; 44:04 Adrian Trunz (Zdenek Kutlak) 59:01 1-3; Rico Fata (Cody Almond, Ryan Keller) 1-4 Ambri senza portiere

Spettatori 5193
————————————————
Davanti ad una cornice di 5193, l’Ambri ha si perso, forse malamente, ma ce la siamo giocata. Purtroppo la serata non propriamente ispirata di alcuni giocatori, non ci ha permesso di uscire al 60mo con un risultato positivo.
Primo periodo decisamente a nostro favore, con il Ginevra occupato a difendersi. A differenza della scorsa partita, il power-play non ha funzionato, 3 le superiorità, anche perchè i ginevrini hanno applicato un pressing molto efficace. Di occasioni ce ne siamo create, ma appunto senza successo.
Il secondo periodo ha visto il Ginevra entrare maggiormente nel nostro terzo, creando scompiglio. Al 26mo, Fata è lesto ad infilare Schaefer da due passi. Da questo istante i nostri vanno in affanno, il Ginevra pressa a tutto campo. Al 30mo un regalo grande grande, offre a Dan Fritsche un disco d’oro lungo le assi il quale lo offre a Simek davanti alla porta, 0-2. I nostri cercano di reagire, alcune ghiotte occasioni non vengano concretizzate. Al 34mo sono ancora gli ospiti a passare, azione insistita, mischia davanti al portiere e Rivera insacca lo 0-3.
Il terzo tempo ha mostrato quanto sia importante avere dei santi in paradiso. Attorno al 6o minuto, Pestoni lanciato solo davanti a Stephan, viene steso, fallo ? sembrerebbe di si, invece per Eichmann tutto è regolare, anzi va a redarguire Inti per essersi lasciato cadere ! Da questo momento, e per diversi minuti i 4 zebrati perdono l’orientamento, non fischiando penalità contro il Ginevra ma appena ne hanno l’opportunità puniscono i nostri, arrivando pure a non vedere fuori giochi netti e non fischiare delle liberazioni vietate evidenti ai ginevrini.
Fortunatamente la partita non degenera.
Al 44mo ecco Trunz realizzare una bella rete, rete che da speranza di riaprire la contesa, ma come scrivevo in apertura, la scarsa vena realizzativa dei giocatori chiave, non ci permette di ribaltare il risultato.
A più di un minuto dal termine, Constantine togli il portiere, ma ho avuto l’impressione che nessuno dei nostri si sia accorto, infatti quando Fata recupera il disco e le indirizza in porta da centro pista, Kutlak non si è preoccupato, quando forse ha visto Schaefer in pachina, era troppo tardi per reagire.
Peccato per la sconfitta. La si poteva forse vincere.

0

Author: ibor

Share This Post On

1 Comment

  1. Secondo quanto visto ieri credo che avremmo anche potuto vincerla se buttavamo dentro noi il primo goal per “sbloccarci”.

    Purtroppo ho la sensazione che l’avremmo persa comunque vista la, permettetemi, preoccupante incostanza del nostro estremo baluardo.

    Se per il primo goal gliela posso anche far passare come pasticcio generale, per il secondo e il terzo…

    Poi, ovvio, facile scagliarsi sul portiere se gli attaccanti tirano caramelle al buon Stephan e qualche ghiottissima occasione non viene realizzata per quel niente che mancava sul bastone dei nostri.

    Speriamo… signori SPERIAMO… serata da archiviare come storta e nulla più. Certo che tornare da Zugo stasera senza punti… riaprirebbe da subito qualche anta dell’armadio dove si sperava giacevano dimenticati alcuni scheletri…

    0

Submit a Comment