L’Ambrì cambia marcia e si rilancia

Ci aspettavamo una reazione dopo i brutti ko con Ginevra e Bienne e una reazione c’è stata. Sei punti in tre partite, frutto di altrettanti overtime, due dei quali risolti ai rigori. Certo, la vittoria nei sessanta minuti attualmente rimane un utopia, ma la cosa importante era fare punti per ritrovare morale e fiducia. Le prestazioni con Zugo e Kloten lasciano un pò di amaro in bocca per come si erano messe le cose mentre con i tigrotti forse alla fine è andata molto bene.

Oltre al collettivo che comincia ad ingranare c’è stato un risveglio da parte di alcuni giocatori che sono stati presi in estate per far la differenza. Uno su tutti è Guggisberg, che con il rigore decisivo con lo Zugo, i tre assist a Kloten, la doppietta e il rigore decisivo al langnau comincia a far divertire il popolo biancoblu. In attesa che D’Agostini ritrovi con continuità la vena realizzativa e aspettando il rientro di Adam Hall godiamoci questo momento magico con la speranza che la vittoria piena arrivi presto per un rilancio definitivo verso i play off.

 

Le prossime due partite diranno quanto è migliorato l’Ambrì nelle ultime tre. Per i biancoblu infatti è di nuovo il momento degli esami. Venerdì i ragazzi di Kossmann faranno visita agli ZSC e sabato ospiteranno il Davos. Calendario sempre più incomprensibile e dopo tre settimane ripropone ZSC-Ambrì e Ambrì-Davos senza inversione di piste e senza che l’Ambrì abbia ancora affrontato Friborgo e Losanna.

Stranezze della lega a parte quello che conta è la via intrapresa negli ultimi tre incontri che devono assolutamente fare da apri pista per le prossime partite che la squadra affronterà con più fiducia forte dei risultati e le prestazioni positive di questa settimana.

 

Lorenzetti Federico

Presidente Fans Club BL15

 

 

 

Author: chicco

Share This Post On

Submit a Comment