I Ticino Rockets non vinceranno il titolo!

Sono stati fatti molti sforzi per portare i Ticino Rockets in LNB, sacrifici importanti che in tanti non ancora capito e pensano che questa squadra sia in serie B per provare ad andare in LNA. Un errore più grande non si può commettere e questo porta a dei pensieri sbagliati che sfociano in critiche pesanti e gratuite.

Il ruolo primario di questa società è di formare giovani discatori per portarli poi al professionismo con un pò di esperienza in più di chi al professionismo in Ticino ci è arrivato fino allo scorso anno. Diventare professionisti arrivando dai Juniori, senza alcuna esperienza nelle massime serie non è facile se non sei un fenomeno da NHL e questo lo abbiamo visto molte volte, quindi i Ticino Rockets sono qui per questo.

Un aiuto concreto e importante per le giovani leve che hanno la possibilità di confrontarsi con se stessi prima di provare a prendere la propria strada nel mondo dell’hockey. Limitarsi a guardare solo il risultato è penoso, anche perchè la maggior parte delle critiche arriva da chi i Ticino rockets li vede solo sul sito della lega o dai media ticinesi, senza aver neanche una volta varcato la soglia della pista di Biasca. Si fa presto a leggere 2-13 e fare commenti basati su ipotesi.

Ci sono tante squadre, sia in A che in B, che giustificano alcune sconfitte con le assenze di uno, due o tre giocatori chiave. La maggior parte di voi sicuramente non sa che ieri, nella pesante sconfitta per 2-13, i ticinesi non avevano a disposizione cinque degli otto difensori che di solito giocano e in più Stucki e Romanenghi sono stati richiamati per il week end dai propri club di appartenenza, i quali se hanno problemi di infortuni possono avvalersi dei giocatori nella squadra biaschese, alla quale non rimane che chiamare giocatori Juniori di HCAP e HCL per completare la squadra per la partita.

Quindi nessuno scandalo se i Ticino Rockets non vinceranno il campionato!

L’impegno non manca per migliorare, tant’è che stamani alle 7 erano già in palestra e alle 8 sul ghiaccio!!!

Questi ragazzi sono fantastici e danno il 100% in ogni partita contro qualsiasi avversario e andrebbero sostenuti in maniera concreta dalla pista. Se non avete ancora visto una partita dei Rockets live vi invito a farlo e vi renderete conto che questi ragazzi non meritano tutte le critiche che si sentono o si leggono ma meritano rispetto e sostegno da parte di tutti. A chi invece è preoccupato per i risultati posso dire di rilassarsi perchè i risultati arriveranno e li vedremo soprattutto a fine stagione, quando dei giovani Juniori saranno pronti ad affacciarsi in NLA con l’esperienza acquisita a Biasca.

In ultimo vorrei fare un appello importante:

Venite a Biasca a vedere i nostri giovani perchè il vostro calore e il vostro sostegno sono indispensabili per questi ragazzi!

Lorenzetti Federico

Presidente Fans Club BL15

 

Author: chicco

Share This Post On

5 Comments

  1. Tra l’altro fra un po’ son più professionali loro dell’Ambrì 😉 ( tra pagina FB, manifesti e grafica dei lanci delle partite, nome, arena, merchandising, apparizioni su radio e TV, ………)
    (E questo é un complimento 😉 )

  2. Per il resto sull’articolo ti dò ragione. Perô quando sento che ” ci si aspettava più spettatori per la coppa svizzera a Biasca” mi dico ” È??? non ne vanno nemmeno ad Ambrì, verranno a Biasca per veder il Berna che si vede mille volte in campionato con l’Ambrì o il Lugano”?”. Permettetemi qualche dubbio sull’idea di “portare a Biasca spettatori e le misure che si stanno mettendo in atto o che si accettano per trarre l’attenzione”.

    Poi come detto, se non si conosce la situazione non bisognerebbe parlare – ma la gente, come dici tu nell’articolo parla comunque, però forse gli stiamo anche dando la possibilità di farlo perché più ci si espone, più si sentono i commenti. E inoltre siam anche all’inizio, quindi é anche ovvio che l’attenzione del pubblico e dei media sia maggiore e si hanno più possibilità di farsi veder, però a me “ian stüfit” e forse parte di quelle critiche gratuite sui risultati sono anche dovute ad un certo modo di apparire un po’ “gasato” che la gente interpreta male, in quanto la comunicazione é potente e porta poi alle tipiche frasi “dove i vör na chi lì”

    Insomma siamo in Ticino, non mi scandalizzerei più di quel tanto per due commenti sul fatto che perdano sempre.

  3. al di là di chi sia la radio – e mi va bene che non sia la loro ( e senza offesa per chi ha messo in piedi il progetto), ma probabilmente questa cosa non spiace nemmeno – a me sembra un po’ ridicolo che si debba dire di ascoltare le partite dei rockets quando ci sono l’Ambrì e il Lugano. E penso che una squadra possa fomentare o “calmare” la sua presenza “mediatica”. Cioé il mio concetto é “non é una squadra che si debba far concorrenza alle altre o “rubare” i tifosi. l’ACB, il Lugano , il chiasso possono avere un senso ad esser trasmessi e ad avere una certa presenza mediatica perché sono squadre principali e storiche. Una Lugano U21 già avrebbe meno senso, diciamola così. Non credo che abbiamo le potenzialità di un Canada dove vanno migliaia di persone a veder i giovani. E credo che in Ticino ci siano già troppe squadre, senza doverne aggiungerne altre – soprattutto squadre che in realtà sono state create per favorire le principali. Insomma, il troppo stroppia e magari anche loro con una minore esposizione lavorerebbero più in pace e con tranquillità.

  4. Sono curioso di sapere la storia della radio. I Rockets hanno uns loro radio? Non mi risulta.

  5. sinceramente. Al di là di tutto. Va bene che c’è (finalmente) un partner-team, va bene porterà giovani alla A (vedremo..), ma non trovo giusto – e lungimirante – il fatto che i ticino rockets debbano imporsi così tanto a livello di immagine e pubblicitario. Che giochino e “non rompino” insomma! ( scusate l’espressione colorita ma é per far capire). Che deve aver pubblico, che deve incassare, che deve avere l’attenzione secondo me é la squadra di National League, non i Rocket. Non deve diventare una guerra, deve essere una collaborazione. Poi se uno una volta per curiosità e per sostenere i giovani si va a vedere le giovanili va bene, ma che motivo c’è di portare 1000 persone a Biasca? Non siamo in Canada. Sosteniamo i padri e le madri ad andar a veder i propri figli, ma sosteniamo i tifosi ad andare a vedere la prima squadra, non quelle inferiori. Se fosse ancora Biasca, entità a sé, capirei….ma in questo caso mi lascia qualche dubbio, proprio perché trovo che si stia facendo troppo a livello di immagine ( già il nome rockets, poi la radio, i cappellini, ….) e secondo me ha poco senso. Poi capisco che debbano star in piedi anche loro, e non so gli accordi che hanno con Ambrì e Lugano ( cioé quanto debbano racimolare che non proviene già dai due club), ma il tutto mi sembra esagerato.
    Comunque, nonostante tutto… auguroni ai rockets.

Submit a Comment